TESTATA GIORNALISTICA ONLINE DEL CREA, ISCRIZIONE N. 76/2020 AL REGISTRO STAMPA DEL TRIBUNALE DI ROMA DEL 29/7/2020

22.9 C
Roma
domenica, 14 Luglio 2024

TESTATA GIORNALISTICA ONLINE DEL CREA, ISCRIZIONE N. 76/2020 AL REGISTRO STAMPA DEL TRIBUNALE DI ROMA DEL 29/7/2020

N. 10 | MAGGIO 2024

Impresa Agricola: la nostra IA

Si dice spesso che le idee camminano sulle gambe degli uomini. Ebbene, la nostra agricoltura, scende in campo ogni giorno (non solo metaforicamente), mantenendo – e, se possibile, migliorando-  la sua eccellenza, sulle gambe delle imprese agricole: ecco perché ad esse abbiamo dedicato questo ultimo numero di CREAfuturo. D’altronde, sullo status dell’agricoltore (non solo imprenditore, ma custode dell’ambiente, presidio anti-abbandono dei territori, paladino della lotta ai cambiamenti climatici e della transizione ecologica, garante della cultura alimentare italiana e molto altro ancora) e sul suo reddito sta fervendo da mesi un acceso dibattito, che ha portato ad importanti modifiche della Pac e al varo del Decreto Agricoltura. A tale riguardo, ai microfoni di CREAincontra abbiamo il piacere e l'onore di avere...

Crea incontra...

Crea incontra il ministro Francesco Lollobrigida

Il Ministro dell’Agricoltura, della Sovranità alimentare e delle Foreste, Francesco Lollobrigida sottolinea le misure per le aziende agricole volute dal Governo Meloni nel DL Agricoltura e fa gli auguri di buon lavoro al nuovo cda del CREA, al presidente Andrea Rocchi, al vicepresidente Giancarlo Righini (Assessore Regione Agricoltura Regione...

L'editoriale del Presidente

Impresa agricola Italia 

  Le imprese agricole sono protagoniste silenziose e spesso sottovalutate della nostra vita. Oltre l’immagine bucolica che nei più grandi a volte richiama e la frequente lontananza dalla consapevolezza dei più piccoli (la convinzione che il latte lo “faccia” il frigorifero non è poi così rara), sono la fonte del bene fondamentale per la sopravvivenza: il cibo. Si direbbe una ovvietà ma, nella società dell’abbondanza che spreca ancora troppi alimenti nella presunzione che saranno sempre disponibili, è un concetto da riaffermare con forza. Esse svolgono anche un'altra fondamentale funzione: sono le custodi del territorio. Custodi nell’interesse della collettività e, soprattutto, attente perché il territorio è imprescindibile risorsa per le coltivazioni e gli allevamenti. Ancora, gli imprenditori agricoli e le loro famiglie sono i “guardiani” delle tradizioni e della cultura delle...

Le voci delle Organizzazioni

Crea incontra il ministro Francesco Lollobrigida

Il Ministro dell’Agricoltura, della Sovranità alimentare e delle Foreste, Francesco Lollobrigida sottolinea le misure per le aziende agricole volute dal Governo Meloni nel DL Agricoltura e fa gli auguri di buon lavoro al nuovo cda del CREA, al presidente Andrea Rocchi, al vicepresidente Giancarlo Righini (Assessore Regione Agricoltura Regione...

Numero 10: Maggio 2024

Numero 9: Gennaio 2024

L'editoriale del Presidente

Impresa agricola Italia 

  Le imprese agricole sono protagoniste silenziose e spesso sottovalutate della nostra vita. Oltre l’immagine bucolica che nei più grandi a volte richiama e la frequente lontananza dalla consapevolezza dei più piccoli (la convinzione che il latte lo “faccia” il frigorifero non è poi così rara), sono la fonte del bene fondamentale per la sopravvivenza: il cibo. Si direbbe una ovvietà ma, nella società dell’abbondanza che spreca ancora troppi alimenti nella presunzione che saranno sempre disponibili, è un concetto da riaffermare con forza. Esse svolgono anche un'altra fondamentale funzione: sono le custodi del territorio. Custodi nell’interesse della collettività e, soprattutto, attente perché il territorio è imprescindibile risorsa per le coltivazioni e gli allevamenti. Ancora, gli imprenditori agricoli e le loro famiglie sono i “guardiani” delle tradizioni e della cultura delle...

Pianeta impresa agricola

Alessandra Pesce, direttrice del CREA Politiche e Bioeconomia ci racconta, attraverso gli studi e le attività del suo Centro,  le nostre...

Social

14,895FansMi piace
3,323FollowerSegui
33,511FollowerSegui
2,787FollowerSegui
3,600IscrittiIscriviti

Trasferire la ricerca significa anche comunicare la scienza a quelli che saranno i futuri cittadini di domani. Il CREA è molto attivo in questo senso e in ogni numero scopriremo come

Archivio Articoli

CREA Centro di Ricerca Politiche e Bioeconomia
CREA AL CENTRO

Vediamo Centro per Centro, lo stato dell’arte sulla ricerca del CREA

Il centro Politiche e Bioeconomia

Da quasi 100 anni, sviluppa analisi conoscitive e interpretative delle dinamiche economiche e sociali relative al settore agroalimentare, forestale e della pesca. Gestisce la Rete di Informazione Contabile Agricola (RICA), in qualità di organo di collegamento tra l’Italia e l’UE; partecipa al Programma Rete...

Imprese agricole & Rica/1: Cosa è la RICA  

Strumento comunitario finalizzato a conoscere la situazione economica dell'agricoltura europea e a programmare e valutare la Politica Agricola Comunitaria (PAC) la RICA (Rete d’Informazione...

Imprese agricole & Rica/2: una lettura dei dati 2012-2022  

Per sua natura, per come è strutturata la RICA (Rete d’Informazione Contabile Agricola) consente di analizzare l’evoluzione di particolari fenomeni e gli andamenti dei...

Imprese agricole & Rica/3: lo shock Ucraina

Quanto un fenomeno esterno impatta sulle aziende agricole e sul reddito? Esistono strumenti in grado di valutarlo? La RICA (Rete d’Informazione Contabile Agricola), da...

Innovative, sostenibili e multifunzionali: le imprese giovani

Maggiore propensione all’innovazione, alla tecnologia e allo sviluppo imprenditoriale con lo sguardo rivolto alla diversificazione e alla multifunzionalità, senza perdere di vista però la...

Agricolture e territori: scopri le differenze  

Importante strumento analitico, lo studio delle differenziazioni territoriali e delle relative classificazioni consente di comprendere i diversi modelli di agricoltura e di orientare le...

Uno sguardo al futuro è la rubrica dedicata a spiegare in modo semplice e chiaro l’agricoltura che verrà e come sta cambiando anche in risposta alle sfide del futuro. In ogni numero scopriremo come il CREA risponde

La rubrica dedicata all’analisi social delle nostre parole chiave per capire l’aria che tira sul web

CREA Break

Ricerca da vedere! Agricoltura, ambiente, alimentazione: tutta la scienza che serve per comprendere, scegliere ed essere pronti a ciò che accade. Facile da capire, come non ti aspetti.

Alla scoperta di OENOMED

Scopriamo insieme OENOMED, il progetto internazionale che intende coniugare vino di qualità e sostenibilità, attraverso la creazione di un marchio che renda riconoscibili i vini amici dell'ambiente. Per l'Italia partecipa il Parco dei Castelli Romani, sostenuto scientificamente dal CREA Viticoltura ed Enologia. Vai alla playlist di OENOMED su YouTube

Presi nella Rete

La rubrica Presi nella Rete proporrà periodicamente per CREAFuturo, un focus specifico su alcuni dei principali temi della Rete Rurale Nazionale, il programma finanziato dall’Unione Europea per una politica di sviluppo rurale sempre più efficace ed articolata, sostenibile ed inclusiva, che favorisce una maggiore competitività e fa crescere tutto il sistema. Il CREA, con il suo Centro di Politiche e bioeconomia, è uno dei soggetti attuatori e supporta le attività di coordinamento della politica di sviluppo rurale e del programma.

Strumenti, politiche e strategie per il contrasto degli insetti alieni 

L’agricoltura deve affrontare la minaccia degli insetti alieni e delle invasioni biologiche che procurano ingenti danni alle coltivazioni e agli agricoltori. Per farvi fronte,...

Cibo come sistema, politiche e visione 

Cibo significa qualità, gusto e aspetto, ma anche territorio, economia, ambiente, etica e cultura. Questo ampliamento del valore semantico della parola “cibo” porta con...

dalla Rete Rurale Nazionale

Eccellenze Rurali. Diamo valore a chi crea valore 

Eccellenze Rurali  racconta le esperienze di buon utilizzo dei fondi comunitari a sostegno dello sviluppo rurale, racconta, cioè, le storie di quell’agricoltura che cambia e si (r)innova, con l’intento di promuovere esempi positivi e una diversa cultura del fare impresa in campo. Il tutto all’interno di uno scenario quotidiano e reale fatto di aziende agricole, di scelte imprenditoriali coraggiose in cui l'attività economica e produttiva si intreccia con la vita sociale e il contesto territoriale. Il progetto Eccellenze Rurali nasce nel 2008 nell’ambito del Programma di Rete Rurale Nazionale 2007-2013, che accompagna e integra le attività legate allo sviluppo delle aree rurali nei periodi programmazione della Politica Agricola Comunitaria (PAC) e mira a creare e a rafforzare la rete di soggetti coinvolti, tra cui i beneficiari del sostegno offerto dal FEASR. Il Centro CREA Politiche e Bioeconomia è titolare, insieme ad altri enti attuatori, di questo programma.   Con l’obiettivo di dimostrare come i finanziamenti pubblici in agricoltura possano essere una leva di sviluppo per molti imprenditori, il progetto diffonde informazioni sul sostegno offerto dalla PAC all’agricoltura italiana, alle sue eccellenze e al territorio. In particolare, propone il racconto di esperienze di imprese o di progetti, di storie e scelte di vita di beneficiari che, grazie ai finanziamenti pubblici, hanno realizzato le loro idee, dando luce a nuove iniziative o apportando miglioramenti alle loro attività e/o ai territori.    Tuttavia, l’intento del progetto è plurimo: oltre alla divulgazione delle esperienze positive realizzate grazie all’utilizzo...

Strumenti, politiche e strategie per il contrasto degli insetti alieni 

L’agricoltura deve affrontare la minaccia degli insetti alieni e delle invasioni biologiche che procurano ingenti danni alle coltivazioni e agli agricoltori. Per farvi fronte, il Masaf da un lato e la PAC dall’altro, hanno messo a punto diversi strumenti e soluzioni. Li spiega il dirigente MASAF, Mauro Serra Bellini.   Quali sono gli strumenti normativi e di politica agricola nazionale che le aziende possono utilizzare per prevenire o compensare i danni provocati da specie aliene? Fondo di solidarietà nazionale?  L’insieme di strumenti di risk management, messi in campo dallo Stato, hanno l’obiettivo primario di sostenere gli agricoltori a fronte dei sempre più frequenti rischi climatici e sanitari e di fronteggiare le pesanti perdite di reddito,...

TEA in pratica: l’innovazione multi-attore della PAC  

Quali impatti e ricadute socio-economici potrebbero avere le TEA? Innegabilmente la modernizzazione e la crescita della competitività del settore agricolo, anche in risposta alle strategie europee della Farm to Fork e del Green Deal. Gruppi Operativi  del Partenariato Europeo per l’Innovazione in materia di produttività e sostenibilità dell’agricoltura hanno realizzato innovazioni basate sullo sviluppo di tecniche di evoluzione controllata tradizionali per il miglioramento genetico in agricoltura. Scopriamo quali.  Le potenzialità delle TEA di produrre impatti socio-economici rilevanti, soprattutto, per il conseguimento degli obiettivi della PAC e, in particolare, delle strategie europee della Farm to Fork e del Green Deal, sono ormai ampiamente sostenute da diversi portatori d’interesse in Europa e riguardano, in...

3 Commenti

I commenti sono chiusi