TESTATA GIORNALISTICA ONLINE DEL CREA, ISCRIZIONE N. 76/2020 AL REGISTRO STAMPA DEL TRIBUNALE DI ROMA DEL 29/7/2020

22.9 C
Roma
domenica, 14 Luglio 2024

“La nostra Terra!” su Rai Scuola web: la transizione vista dai ragazzi

Della stessa Rubrica

Per le celebrazioni della Giornata Mondiale del Suolo 2022, la docufiction #LanostraTerra! -nata da un’idea di Cristina Giannetti, capo Ufficio stampa del CREA e affidata alla regia di Marcello Di Noto- è stata lanciata su Rai Scuola web, area scientifica Economia e finanza, il canale televisivo italiano gratuito edito dalla Rai, curato da Rai Cultura e dedicato alla formazione scolastica e alla didattica.

Un esperimento riuscito, che dimostra come, con i risultati della ricerca scientifica e l’ausilio dello strumento cinematografico per il loro trasferimento, l’agricoltura possa svolgere un ruolo fondamentale nel raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile fissati dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e aprire un campo di azione per il clima completamente nuovo guidato dai giovani.

Se qualcuno considera i giovani d’oggi indifferenti e privi di ideali, dovrebbe guardare la docufiction #LanostraTerra!, realizzata dal CREA nell’ambito del progetto Soil4life, in collaborazione con l’Istituto Tecnico Agrario “Emilio Sereni” di Roma. Una testimonianza non solo dell’impegno attivo, ma anche del livello di consapevolezza scientifica e ambientale delle nuove generazioni, per motivi anagrafici le più preoccupate sul futuro del nostro Pianeta e le più impegnate per la transizione energetica.

In occasione della Giornata Mondiale del Suolo 2022, #LanostraTerra! -nata da un’idea di Cristina Giannetti, capo Ufficio stampa del CREA e affidata alla regia di Marcello Di Noto- è stata lanciata su Rai Scuola web, area scientifica Economia e finanza, il canale televisivo italiano gratuito edito dalla Rai, curato da Rai Cultura e dedicato alla formazione scolastica e alla didattica.

Foto 1: Sul set della docufiction #LanostraTerra!

Le decisioni finali della COP27, con il nome di Piano di attuazione di Sharm El-Sheikh, sottolineano “l’urgente necessità di riduzioni immediate, profonde, rapide e durature delle emissioni globali di gas a effetto serra da parte delle Parti in tutti i settori applicabili, anche attraverso l’aumento delle energie rinnovabili e a basse emissioni, nonché partenariati per una giusta transizione energetica e altre azioni di cooperazione”.

Tra le giornate tematiche della Cop27 che si è svolta in Egitto, quella di giovedì 10 novembre 2022 è stata dedicata ai giovani. Affermando l’importanza dell’equità intergenerazionale, celebrare il Youth & future day è servitoa garantire che le prospettive delle giovani generazioni fossero ascoltate e i loro diritti presi in considerazione in tutte le aree dell’agenda climatica.

Il quinto giorno della Conferenza ha riconosciuto che “l’istruzione è uno dei mezzi fondamentali per affrontare la crisi climatica, fornendo in particolare ai bambini e agli adolescenti le conoscenze e il libero arbitrio per intraprendere azioni per il clima. L’alfabetizzazione climatica tra le popolazioni più giovani non solo le aiuta a comprendere gli impatti del cambiamento climatico sul proprio futuro, ma consente loro anche di essere attivamente e significativamente impegnate nella risposta al cambiamento climatico per mutare quel futuro. Collegando approcci scientifici con metodi e strumenti basati sulle arti, l’educazione climatica ha il potenziale inutilizzato per aprire un campo di azione per il clima completamente nuovo guidato dai giovani”.

Con il lancio della docufiction #LanostraTerra! su Rai Scuola, l’impegno condiviso del CREA e della RAI per corrispondere alle attese del mondo giovanile si è concretizzato in un progetto per la formazione, l’educazione ambientale e la conoscenza della Terra. Una serie ad episodi (brevi), supportata da uno storytelling efficace, affronta in modo multidisciplinare tutti gli aspetti relativi alla corretta gestione del suolo. Scienziati e futuri agricoltori sullo stesso set in uno scambio che permette, rispettivamente, ai ricercatori del CREA di cimentarsi in una particolare esperienza di divulgazione scientifica e ai ragazzi di apprendere nozioni sul suolo che non conoscevano o non avevano approfondito a scuola e di scoprire qualcosa sulle proprie inquietudini, attitudini e aspettative.

Un esperimento riuscito, che dimostra come, con i risultati della ricerca scientifica e l’ausilio dello strumento cinematografico per il loro trasferimento, l’agricoltura possa svolgere un ruolo fondamentale nel raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile fissati dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. Ciò emerge chiaramente nella relazione tra il goal 15, relativo a tutta la gamma delle attività agricole e di sostentamento e alla gestione sostenibile degli ecosistemi e delle risorse naturali quali l’acqua e il suolo,e ilgoal 7 che aspira alla transizione verso un sistema energetico sempre più sostenibile, basato sull’impiego di energia da fonti rinnovabili e sullo sviluppo delle agroenergie, tali da poter annullare nelle future generazioni l’incubo dell’esaurimento delle risorse non riproducibili. La trasmissione de #LanostraTerra! su Rai Scuola esprime anche una felice relazione tra il goal 16, nel migliorare la coerenza politica e istituzionale, e nel costituire una solida piattaforma per promuovere partenariati multiattore e multisettoriali e affermare la giustizia intergenerazionale, e il goal 4 nel garantire un’istruzione di qualità inclusiva ed equa e offrire opportunità di apprendimento permanente per tutti.

L’importanza strategica della ricerca in agricoltura e dell’educazione civica per l’agenda di sviluppo globale, che unisce idealmente CREA  e RAI Scuola, implica, infatti, la diffusione di prodotti di qualità, accessibili e attendibili, per potenziare la resilienza e per garantire che nessuno venga lasciato indietro.

Guarda i video

“La nostra Terra!” | Economia e finanza | Rai Scuola

“La nostra Terra!” contenuti speciali

Cop27 – Giornata tematica Youth & future day

Giuseppina Crisponi
Tecnologo CREA Centro di ricerca Politiche e Bioeconomia

Giornalista Pubblicista

#lafrase Istruitevi, perché avremo bisogno di tutta la nostra intelligenza. Agitatevi, perché avremo bisogno di tutto il nostro entusiasmo. Organizzatevi, perché avremo bisogno di tutta la nostra forza (Antonio Gramsci L’Ordine Nuovo, primo maggio 1919)

Gli ultimi articoli